Robot Mobili: applicazioni, tipologie e vantaggi

robot mobili

Quale sarà il prossimo trend nella robotica collaborativa? Adesso che i cobot sono una tecnologia matura saranno i Robot Mobili ad imporsi come novità principale del settore? Scopriamo di più sui diversi tipi di Robot Mobili e sulle loro applicazioni.

Negli ultimi 10 anni, i cobot sono cresciuti in popolarità, diventando onnipresenti quasi quanto i classici robot industriali.

Ad oggi, aziende di tutte le dimensioni utilizzano i robot per migliorare la propria produttività e la robotica mobile sembra acquisire sempre più rilevanza nei futuri sviluppi del settore, basti pensare alla recente acquisizione da parte di ABB della spagnola ASTI Mobile Robotics Group.

Cos’è un Robot Mobile? 

Un Robot Mobile, Mobile Robot in inglese, consiste in un veicolo automatizzato controllato da un software, che utilizza cavi, magneti e sensori per identificare l’ambiente circostante e muoversi al suo interno secondo un percorso fisso.

L

In questi ultimi anni i Robot Mobili stanno diventando sempre più popolari all’interno degli stabilimenti industriali grazie al passaggio dagli AGV (Automated Guided Vehicle) ai più recenti AMR (Autonomous Mobile Robots) e la mobile robotics, o robotica mobile, non è più una tecnologia ad appannaggio delle grandi industrie logistiche ma sta prendendo piede anche nelle PMI.

Caratteristiche di un Robot Mobile

Ogni robot mobile incorpora diverse funzionalità che ottimizzano il sistema per raggiungere un obiettivo specifico o eseguire un determinato compito “Task”. 

Tuttavia, i sistemi di robot mobili industriali più comunemente usati oggi possiedono diverse caratteristiche fondamentali che dovrebbero essere sempre presenti. 

Queste caratteristiche sono:

  • Comunicazione wireless
  • Sicurezza integrata
  • Software di simulazione e gestione della flotta
  • Integrazione con il software di supervisione aziendale

Le 2 principali tipologie di Robot Mobili: gli AGV e gli AMR

Gli AGV (Automated Guided Vehicle) o veicoli a guida automatica sono dei robot con limitata intelligenza “a bordo” che utilizza dei percorsi fissi per muoversi, generalmente lungo bande magnetiche incorporate al pavimento dello stabilimento, sono presenti oramai da decenni nei magazzini e nei centri logistici, e i modelli più innovativi usano dei semplici sensori per rilevare gli ostacoli presenti lungo il percorso senza però poterlo modificare o variare.

In pratica un AGV naviga automaticamente lungo determinate tracce (fisiche o virtuali, nastro magnetico, triangolazione dei riflettori, ecc.). e si attiene a quel percorso senza la possibilità di abbandonarlo o variarlo. Nel caso in cui i sensori di sicurezza dell’AGV rilevano un ostacolo, l’AGV si ferma e attende che l’ostacolo venga rimosso.

A differenza dei veicoli a guida automatica, gli AMR (Autonomous Mobile Robots) mirano a superare questi ostacoli richiedendo poca o nessuna guida esterna (necessitano solo di una connessione stabile).

Un AMR dunque è un Robot Mobile Autonomo a navigazione naturale, in grado di ridefinire percorsi ed evitare ostacoli.

Fondamentalmente, navigazione naturale significa che il robot mappa l’ambiente ed è in grado di navigare e localizzarsi semplicemente “guardando” questo ambiente.

Un AMR quindi non richiede percorsi fissi predefiniti e può definire il suo percorso al momento: se viene rilevato un ostacolo, l’AMR regola in autonomia i propri parametri (velocità e traiettoria) per navigare intorno all’oggetto.

Qualora non sia possibile aggirare l’ostacolo, gli AMR sono in grado autonomamente di ricalcolare il percorso per raggiungere la destinazione prevista.

Applicazioni e funzioni dei Robot Mobili

Ad oggi l’impiego più diffuso di questa tipologia di robot, riguarda il trasporto dei materiali all’interno degli stabilimenti (da e per le linee di produzione e assemblaggio, al magazzino ad esempio) in quanto si tratta di un’attività che richiede tempo e non ha valore aggiunto per la maggior parte delle aziende. 

I Robot Mobili sono un modo semplice, efficiente ed economico per automatizzare la movimentazione dei materiali e le attività di trasporto interno in quasi tutte le situazioni in cui in precedenza sarebbe stato richiesto ai dipendenti di spingere i carrelli all’interno della struttura.

Sebbene l’uso industriale dei robot mobili sia al giorno d’oggi il più diffuso soprattutto nei magazzini e nei centri di distribuzione, le caratteristiche di questo tipo di robot ne rendono possibile l’applicazione anche nel settore agricolo, in campo medico, dell’assistenza personale e della sicurezza. Anche l’esplorazione e la navigazione degli oceani e dello spazio sono tra i compiti portati avanti da sofisticati esemplari di robot mobili.

Vantaggi degli AMR

  • Autonomia – Navigazione naturale senza guide. L’AMR aggira gli ostacoli e trova il percorso migliore in base alla mappa memorizzata e facilmente aggiornabile
  • Sicurezza: movimento sicuro tra persone e ostacoli
  • Velocità di implementazione – Bastano pochi minuti per la configurazione ed essere operativi 
  • Flessibilità di utilizzo – Facile da rimappare e definire nuove destinazioni e obiettivi
  • Costi di installazione e messa in servizio contenuti – Non essendo richiesto alcun intervento di modifica al layout dello stabilimento 
  • Facilità di programmazione e di utilizzo – Utilizzo tramite Tablet o Smartphone
  • Scalabilità – Possibilità di gestire la dimensione della flotta in base alle esigenze dettate dalle variazioni del carico di lavoro
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Sentitevi liberi di contribuire!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.